.
Annunci online

zamparzigogola
Dal punto di vista di ariela: io, Israele, il m.o., il mondo
16 gennaio 2008
Disagio
                              

Oggi ho letto questo post http://eleganzadelriccio.splinder.com , si tratta di un riccio di grande sensibilità e di grande facoltà d’espressione attraverso la scrittura. Leggendo il suo post ho capito, forse più percepito che capito, che il disagio che mi accompagna da qualche tempo è dovuto ad una dissonanza tra il mio ritmo di vita ed il mio modo di affrontarla ed il ritmo del mondo in generale e, particolarmente, del mondo che mi circonda. Resta il disagio.

Al sud del paese c’è la guerra. Sembra un gioco, lanciamo uno, due, tre...dieci, venti, trenta....mille, duemila, tremila Kassam finchè Israele reagirà, poi piagnucoleremo in giro per il mondo mostrando funerali con urla e spari, finchè non ci daranno altri milioni di euro, ci compiangeranno, accuseranno Israele di spararci addosso. A questo punto potremo rincominciare il giochetto che amiamo tanto, lanceremo altri Kassam o Grad o Katiusha...a noi piace morire per Allah, invece a quei cretini di israeliani piace vivere. Peggio per loro.

Il prof. Dov Pasternak, israeliano, ha sviluppato un’idea geniale per l’irrigazione di regioni soggette alla siccità. E’ il miglioramento della forma d’irrigazione chiamata “A gocce”. Il miglioramento consiste nella riduzione delle spese in modo che ne possano approfittare agricoltori poveri. Il progetto è in prova in sei villaggi senegalesi, la tecnologia e l’istruzione dei contadini sono sotto la responsabilità israeliana, il denaro è donato dal governo olandese e da organizzazioni ebraiche americane.

La mia nipotina di quasi quindici anni, partirà a febbraio per l’Italia, parteciperà ad un progetto chiamato Note di Pace. Ragazzini israeliani e palestinesi di Betlemme con ragazzini italiani prepareranno in una settimana circa un concerto che porteranno in tournèe in altre tre città italiane. La settimana di prove sarà vicino a Napoli, speriamo che di qui a febbraio sgombrino la spazzatura. Ho letto che la Germania ne prenderà trenta tonnellate, non resta che sperare che altri stati europei seguano l’esempio tedesco. A Genova si direbbe “Na naisà pe’eun e u levemu da mezu”. (sono permesse correzioni).




permalink | inviato da ariela il 16/1/2008 alle 21:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 273889 volte

:

Registra il tuo sito nei motori di ricerca

www.flickr.com
Questo è un badge Flickr che mostra le foto pubbliche e/o i video di Your Old Friend. Crea il tuo badge qui.



IL CANNOCCHIALE